Una storia in punta di dita: le sorprendenti vicende di 4 fantasmini

Le sorprendenti vicende di 4 fantasmini 

Ricordate il post sui disegni in punta di dita? Avete creato qualche nuovo soggetto? Sappiate che il vostro disegno può darvi lo spunto per inventare una storia. Basta guardarlo e immaginare cosa succede ai personaggi!

Per esempio il mio disegno dei fantasmi: oggi ve lo ripropongo colorato e tirato a lucido, perché sono proprio loro i protagonisti della storia che sto per raccontarvi…

«C’erano una volta quattro fantasmini. Vivevano in un vecchio castello abbandonato, con l’intonaco screpolato, gli arazzi ridotti a brandelli, e profonde crepe sul muro. Più passavano i secoli, più le condizioni del castello peggioravano. Loro erano affezionati alla loro casa, in cui vivevano ormai da tanto tempo. Certo avrebbero gradito che tornasse tutto bello come una volta!

Un giorno arrivò gente. I fantasmi si nascosero subito, ma facendo capolino spiavano quegli ospiti inattesi, e li seguirono di soppiatto quando iniziarono a guardare ogni stanza.

Presto capirono che quei signori volevano ristrutturare il castello! I fantasmi non potevano crederci: qualcuno si offriva di riportare la loro dimora agli antichi splendori!

Quando iniziarono i lavori ci fu del trambusto, ma loro sopportavano con pazienza, nascosti sulla torre più alta, in attesa che tutti se ne andassero. Immaginavano quanto sarebbe stato bello girare liberi per le stanze rimesse a nuovo!

Ma gli ingenui fantasmi non si erano chiesti perché qualcuno si fosse preso la briga di intraprendere la ristrutturazione e rimasero di stucco quando scoprirono che quelle persone volevano trasformare il castello in un grande albergo!

Finiti i lavori, anziché tornare la pace, aumentò la confusione, perché iniziarono ad arrivare i turisti. I fantasmi, esasperati e stanchi di dover stare sempre nascosti, si dissero: “La gente ha paura dei fantasmi: se si scopre che qui ce ne sono quattro, nessuno avrà più il coraggio di metterci piede!”.

Così iniziarono a vagare di notte, senza più nascondersi, bensì facendo di tutto per farsi notare: giravano qua e là terrorizzando i clienti, e se trovavano qualcuno addormentato, emettevano lugubri lamenti finché il malcapitato si svegliava di soprassalto!

Purtroppo però quando si sparse la voce che il castello era infestato dai fantasmi, i clienti, anziché lasciare l’albergo per la paura, accorrevano sempre più numerosi, perché tutti erano curiosi di vederli!

Ma loro proprio non sopportavano la situazione. Seppure a malincuore, fecero le valigie e se ne andarono, ognuno per la sua strada.

Il primo trovò un altro castello diroccato, poco lontano dal precedente, e si sistemò lì.

Il secondo si trasferì in un vecchio cimitero abbandonato.

Il terzo dopo un lungo girovagare avvistò un castello che aveva qualcosa di strano. Presto capì che era la ricostruzione di un castello per un set cinematografico. Dopo qualche comparsa a sorpresa durante le riprese, il regista lo notò e lo scritturò; così iniziò la sua carriera di attore di film di paura.

Il quarto infine trovò la sua fortuna nella pubblicità: dato che il suo lenzuolo era più bianco del bianco, fu ingaggiato come testimonial di una nota marca di detersivo per il bucato.»

Annunci

2 pensieri riguardo “Una storia in punta di dita: le sorprendenti vicende di 4 fantasmini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...