Home cinema intorno a sé

La vita davanti a se, home cinema intorno a se by vitaincasa

Il film di cui vi parlo oggi si intitola “La vita davanti a sé“, ma secondo me un altro titolo azzeccato sarebbe stato “La vita intorno a sé“, perché evidenzia l’importanza delle persone e delle realtà che vediamo intorno a noi, soprattutto quando siamo bambini. Il protagonista maschile infatti è un bambino extracomunitario, di origine senegalese e di nome Momò. Sin da piccolo, ha visto intorno a sé solo un mix di violenza, degrado, malvivenza. Che prospettive mai potrebbe avere un bambino così? Continua a leggere “Home cinema intorno a sé”

Home cinema dosare gli ingredienti

Pietro il fortunato by vitaincasa

Pietro il fortunato è un film che parla di giusto dosaggio ed equilibrio tra gli ingredienti. No, non è un film sulla cucina. Gli ingredienti di cui parlo, a volte così difficili da dosare, sono quelli da usare nella vita! Il protagonista è un giovane estremamente ambizioso e dotato, che vuole a tutti i costi sfondare nella vita e far fruttare il proprio talento, le proprie idee. Si trova ostacolato, sia psicologicamente che materialmente, dalla famiglia, luterani rigidi osservanti, specialmente dal padre, nei confronti del quale è ribelle, sfacciato e in perenne contrasto. Continua a leggere “Home cinema dosare gli ingredienti”

Home cinema cosa non si fa per la mamma

Good bye Lenin by vitaincasa

Da tempo avevo letto in giro il titolo di questo film, ma solo recentemente l’ho visto. Good bye, Lenin! mi lasciava presagire una specie di documentario storico, invece è risultato un film originale, gradevole, che parla di un’epoca non tanto lontana ma che oggi non riusciamo neanche ad immaginare. La vicenda narrata avviene nel periodo a cavallo della caduta del muro di Berlino. Forse sono rimasta così colpita perché ho visitato Berlino, e ho visto i ruderi superstiti di quel muro? Continua a leggere “Home cinema cosa non si fa per la mamma”

Home cinema freddo e caldo

Home cinema freddo e caldo by vitaincasaChe emozione quando lessi la prima volta Jane Eyre, capolavoro di Charlotte Brontë! Grazie ad una professoressa che seppe tratteggiarne la trama e il contesto nel giusto modo, devo dire. Sono passati anni da allora. Ultimamente però ho visto il film più recente che ne è stato tratto ed ho rivissuto quell’emozione. La scelta dell’attrice protagonista mi ha sorpresa: Mia Wasikowska sembra un elfo, e a pensarci bene, anche se non è come mi ero figurata l’aspetto di Jane Eyre, mi rendo conto che è perfetta, dato che lo stesso Rochester la definisce così in alcuni passi del romanzo, e del film. Continua a leggere “Home cinema freddo e caldo”