Le gioie delle secchione

Le situazioni di lui e lei - Sailor Moon

Alessia di I love capelli ricci mi ha coinvolta nel tag “Quali erano o sono i cartoni animati che seguite?!“. L’elenco di quelli che guardavo da bambina potrebbe essere lunghissimo e il risultato sarebbe dispersivo… Mi concentrerò su quelli che ho visto dall’adolescenza ad oggi. Innanzitutto vi invito a osservare l’immagine qui sopra: sono i personaggi di due distinti cartoni animati, con qualcosa in comune: sono… secchione!

Sicuramente conoscete tutte Sailor Moon, la combattente vestita alla marinara circondata da un gruppo di amiche, ognuna delle quali era abbinata ad un pianeta del sistema solare. La graziosa Amy, alias Sailor Mercury, quando non era in azione come guerriera era una studentessa modello. In una puntata apprendiamo che, in aggiunta ai compiti, si impegnava a memorizzare ogni giorno un certo numero di vocaboli inglesi!

Mentre il popolarissimo Sailor Moon lo guardavo nei primi anni del liceo, il meno noto Le situazioni di lui e lei è andato in onda su MTV nei primi anni 2000, quando ero all’università, e allo studentato avevamo un solo televisore: le mie compagne non nutrivano lo stesso interesse per questo anime (=cartone giapponese), così ne persi molte puntate. 

La protagonista Yukino era una ragazza molto carina, finché non si chiudeva in casa per studiare: in questo frangente indossava una tuta, una fascia sui capelli e niente lenti a contatto, ma occhialoni fuori moda! Anch’io quando entravo nella fase di studio matto e disperatissimo in prossimità di un esame dimenticavo ogni ambizione estetica, mettevo addosso qualsiasi cosa purché mi tenesse caldo nelle lunghe ore di immobilità alla scrivania! Scommetto che alcune di voi sorrideranno leggendo queste righe, perché mi dicono sia una pratica comune per molte studentesse ridursi in malo modo nei periodi di studio intenso!

Naturalmente Le situazioni di lui e lei non parlava solo di ambizioni scolastiche, bensì anche e soprattutto di una storia d’amore, ma mi piace porre l’attenzione sull’aspetto dello studio in questa occasione.

Perché ho scelto di parlare di due “secchione” dei cartoni? Perché in questo periodo, pur essendo consapevole che sul lavoro i risultati non si possano vedere regolarmente come all’università (quando alla fine di ogni esame, se eri ben preparata, ricevevi un bel voto, e quindi una gratificazione), mi piacerebbe provare di nuovo, almeno in parte o in forma diversa, quella soddisfazione che nasce quando puoi raccogliere il frutto del tuo impegno. In altre parole: mi piacerebbe provare ancora le gioie di una secchiona“. Nel senso positivo del termine ovviamente!

Simpson

Concludo con un cartone animato che guardo ancora oggi: i Simpson, la famiglia gialla più famosa della TV! I personaggi sono un’impietosa caricatura della società media americana. Ciò che li rende speciali, aldilà delle loro demenziali ridicolezze, è l’amore sincero che li unisce e che talvolta commuove teneramente il pubblico.

Regole del tag e nomine

  • Taggare la creatrice dell’articolo (fruttidiboscoblog.wordpress.com)
  • Taggare chi ci ha taggato (fatto)
  • Esporre con tanto di foto almeno 3 cartoni animati che guardavamo (fatto)
  • Taggare almeno 10 persone
  1. menuadhoc.it
  2. cioccolatoeliquirizia.wordpress.com
  3. tulipfeel.com
  4. inesweb.wordpress.com
  5. tedautore.wordpress.com
  6. pasticciincorsoconlellina.wordpress.com
  7. evoichenepensate.com
  8. gdigemma.com
  9. fixste21.wordpress.com
  10. infusodiriso.wordpress.com

Photo credits: 12; 3.

Annunci

5 pensieri riguardo “Le gioie delle secchione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...