Bambini in viaggio: W la colazione a buffet

Pasti dei bambini in vacanzaCari bambini, mettiamo che andrete in vacanza in un paese straniero. Scoprirete che lì si trovano cose da mangiare diverse da quelle che conoscete e a cui siete abituati. E magari siete tra quei bambini che non mangiano volentieri di tutto, e i vostri genitori non sanno più cosa inventare per farvi mangiare un po’ di più!

Come farete se per qualche giorno non avrete a disposizione neanche quelle tre o quattro cose che mangiate volentieri?

Andiamo con ordine, e cominciamo dalla… Colazione!

Non in tutto il mondo a colazione si mangiano dolci (biscotti, brioches, ecc.). Ci sono paesi in cui si mangiano cibi salati. Ma negli hotel di solito c’è la colazione a buffet. Questa è una vera pacchia per voi piccoli, perché significa che troverete tante cose, e di sicuro anche qualcosa di dolce, come le brioche, il latte e i cereali. Sarà facile comporre una colazione simile a quella di casa.

Colazioni creative!

Ma il bello è che potrete sperimentare anche colazioni diverse, perché avrete a disposizione tutto quello che vi serve per preparare qualcosa di speciale. Forse i genitori vi imiteranno! 

Intanto in molti hotel vengono preparati dei piccoli pancakes caldi, che potrete insaporire con miele o marmellata – ci sono quelle vaschette monoporzione, così potrete assaggiare marmellate di tanti gusti diversi: fragola, ciliegia, albicocca, frutti di bosco…

Con lo yogurt e la frutta potrete prepararvi delle belle coppe golose che sembreranno di gelato! Come? Sbriciolate qualche biscotto sul fondo in un bicchiere o di una ciotola. Aggiungete yogurt. Completate con frutta fresca a pezzettini (fatela tagliare dai genitori).

Pasti dei bambini in vacanza

Quiz!

Come si usa il buffet della colazione?

a) Si prende una montagna di cibo – quello che non finiamo di mangiare lo butteremo via.

b) Si prende solo quello che siamo sicuri di mangiare.

La risposta giusta è la B! Infatti approfittare del buffet non significa prendere cibo e bevande a più non posso: l’abbondanza di cose buone davanti ai nostri occhi e la possibilità di servirci liberamente da soli può portarci a riempire il piatto di tutto quello che vediamo (o quasi)! E’ meglio prendere solo quello che siamo sicuri di mangiare; quando l’avremo finito, se avremo ancora appetito, prenderemo qualcos’altro.

Il buffet non è un supermercato

Prendere cose dal buffet della colazione per portarle via non è bello. Ho saputo che qualcuno una volta ha provato a portarsi via una crostata intera! Poi però è stato scoperto dai camerieri: e quella crostata l’ha dovuta pagare!

Però se voi bambini chiedete gentilmente, per favore, al cameriere se potete portare via un pacchetto di cracker, o una mela, per la vostra merenda, sono sicura che il cameriere ve lo lascerà fare. L’importante è non esagerare!

Queste piccole cose che prenderete da portar via saranno degli utili spuntini di metà mattinata. Arriverete meno affamati a pranzo, e sarà un bene, perché nei ristoranti veri e propri sarà più difficile trovare cose simili a quelle a cui siete abituati…

Ma del pranzo, e degli altri pasti, parleremo la prossima volta!

Annunci

12 pensieri riguardo “Bambini in viaggio: W la colazione a buffet

  1. Io quando sono in vacanza, nonostante non sia più bambino da qualche decennio, mi diverto da matti.
    Mai esagerare in quantità (il cibo non si spreca mai) ma vado alla grande con la colazione alla tedesca, con pancetta e uova. Colazioni indimenticabili!
    Ciao

    Liked by 1 persona

      1. Allora: pranzo e cena assaggio di tutto (ma non sono un mangione, per cui le quantità sono sempre modeste).
        A colazione uova e pancetta.

        Tanto per capirsi: ingrasso di più se vado in Romagna (con gli hotel che ti portano mezzo Kg di lasagne) di quando vado negli all-inclusive, dove assaggio ma mi contengo.

        Liked by 1 persona

        1. Forse, negli all-you-can-eat (intendi quelli?), alla fine la maggior parte delle persone effettivamente assaggia tanto ma in fin dei conti non consuma una quantità esagerata. Altrimenti non si spiegherebbe come facciano a rientrarci con le spese… 🙂

          Liked by 1 persona

          1. All inclusive è un po’ diverso.
            Si intende pranzo e cena a buffet senza limitazioni di pietanze e di quantità. Ti servi tu. Solitamente a questo viene associato bevande gratuite tutto il giorno (alcolici esclusi).
            E’ tipico dei villaggi turistici in giro per il mediterraneo.
            Sono molto comodi specialmente se hai figli, dato che di solito la loro permanenza è gratis o quasi (fino ai 12-14 anni)

            Liked by 1 persona

            1. Ah, ok, ho capito. Io personalmente non amo queste formule, perché trovo che la qualità di ciò che viene servito alla fin fine non sia eccelsa. Però capisco che abbia i suoi vantaggi, e come dici tu specialmente per i bambini!

              Liked by 1 persona

            2. Fino ad ora ho optato per la mezza pensione solo quando sono capitata in alberghi fuori mano, tipo in aperta campagna o simili. Altrimenti per me la cosa bella di una vacanza è andare in giro ad esplorare i ristorantini possibilmente non turistici alla scoperta di cibi tipici… L’aspetto gastronomico di una vacanza per me è molto importante! 🙂

              Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...