Come si riconosce una vera signora?

Come si riconosce una vera signora?

Come si riconosce una vera signora?

Lusso?

La signora dei Ferrero Rocher, vestita sfarzosamente, con Limousine e autista, aveva un aspetto signorile. Ma il lusso è solo la patina più superficiale della signora.

Nobiltà?

Kate Middleton era bella e ricca, ma borghese; poi ha sposato William, un vero principe azzurro (che perde anzitempo capelli e fascino, di azzurro gli resta il golfino). Così è diventata nobile: promette bene come vera signora ma è presto per dirlo. 

Queen Elizabeth è nobile di nascita. Sin dall’infanzia ha ricevuto un’educazione accuratissima. Da bambina un suddito la chiamò “piccola lady”; lei puntualizzò: “Sono una principessa, non una lady!”; la nonna, la Regina Mary, esclamò: “Prima impara ad essere una lady!”. Una vera signora non si vanta!

L’aura!

Ciò che realmente distingue la vera signora è un’aura. L’esempio ideale? La “signora in giallo“! Jessica Fletcher si sa comportare in società, pur trovandosi a suo agio in qualsiasi ambiente (una vera signora rimane tale anche fuori dai salotti). Non veste sfarzosamente, ma ha sempre l’abito adatto all’occasione. E’ sicura di sé, ma non si vanta. La sua compagnia è così amabile che il suo “leggendario” effetto iettatore è trascurabile agli occhi degli altri. Ha un’aura tale che persino l’assassino che le punta una pistola in testa continua a chiamarla “signora“!

Bon ton

Una vera signora sa prendere il seduta graziosamente sul divano, reggendo in una mano il piattino e nell’altra la tazzina, conversando amabilmente – senza rovesciarselo addosso! E’ difficile. Ma altre regole sono alla portata di tutte: quando servite il tè non riempite le tazzine fino all’orlo. E non alzate mai il mignolo dalla tazza mentre bevete!

Grandi donne

Agatha Christie non si è sempre comportata da vera signora… Ma è diventata LA signora indiscussa del giallo, grazie alla bravura come scrittrice di questo genere.

Maria Montessori (quella delle mille lire!) in gioventù ebbe un figlio fuori dal matrimonio, all’epoca quanto di più sconveniente si potesse immaginare; poi si votò alla ricerca: il metodo educativo montessoriano è tuttora all’avanguardia. Non è stata una vera signora, ma una grande donna!

Signore… e signorine

Oggi dai 18 anni in su si usa l’appellativo di signora; un tempo solo le donne sposate si chiamavano così: l’anziana ex maestra di mio padre continuava orgogliosamente a farsi chiamare “Signorina”, perché non si era mai sposata! Trovo che Marge Simpson rappresenti in questo senso abbastanza fedelmente (e ironicamente) molte… vere signore!

Annunci

8 pensieri riguardo “Come si riconosce una vera signora?

  1. I colleghi più anziani mi chiamavano signorina prima che mi sposassi, poi hanno cambiato in “signora”. Purtroppo però le signore vere sono poche al giorno d’oggi, soprattutto nell’educazione (e non solo nel bon ton), troppo di frequente si sentono parole uscire dalla bocca di molte donne che nemmeno uno scaricatore di porto…!

    Liked by 1 persona

    1. Hai ragione: il bon ton è come “la ciliegina sulla torta”, ma un minimo di buona educazione è la base, e dovrebbero averla tutti! A volte penso che basterebbe un po’ di buonsenso, se c’è quello viene spontaneo comportarsi non dico perfettamente ma almeno RISPETTOSAMENTE. Perché la buona educazione in fondo è proprio rispetto degli altri.
      Io sia prima che dopo il matrimonio mi sento chiamare sia signorina (sembro più giovane??) che signora… Non ti nascondo però che dopo sposata mi dà una certa sottile soddisfazione correggere chi mi chiama signorina con un “Signora, prego!” 😀 Fa anche a te questo effetto??

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...