Come proteggere il parquet

Come proteggere il parquet top 3 by vitaincasa (1)Il parquet è molto pregiato ma delicato. Avrei preferito un pavimento più robusto, da vivere con maggiore libertà! Ma avendolo trovato già in casa, ho potuto soltanto capire il prima possibile come proteggerlo. Rimediare ai danni è più complicato che prevenirli. Ho messo insieme qualche spunto che spero possa essere utile anche a voi.

Proteggere il parquet

Doppio zerbino all’ingresso – Non sono giapponese, cioè non ho l’abitudine di entrare scalza in casa. Soprattutto trovo antipatico obbligare gli ospiti a farlo, ma è anche brutto assistere impotenti se lasciano impronte al loro passaggio. Perciò è utilissimo avere un doppio zerbino: fuori uno ruvido per eliminare eventuali sassolini incastrati nella suola; dentro uno morbido per asciugare l’umidità.

Lo zerbino interno dev’essere grande, che copra grossomodo i primi due passi. I migliori  sono i cosiddetti “tappeti asciugapasso“;  si possono ordinare su misura per ciascuna esigenza. Naturalmente, se è antipatico chiedere agli ospiti di togliere le scarpe, in caso di condizioni meteo estreme almeno gli abitanti della casa dovranno farlo, nonostante l’asciugapasso!

Un bel tappeto arreda e proteggge – I tappeti sono preziosi nelle aree più soggette a “strofinio”. Sotto il tavolo del soggiorno ad esempio. Gli arredatori raccomandano che il tappeto sotto al tavolo copra anche la superficie su cui si muovono le sedie. Questo è utilissimo col parquet, perché si evita il ripetuto strofinio delle sedie direttamente sul legno.

Il sotto-tappeto impedisce lo scivolamento, previene che il colore del tappeto si trasferisca sul parquet, protegge dai segni che cuciture e rilievi potrebbero imprimere sul legno. Consiglio di sollevare ogni tanto i lembi del tappeto, per evitare che si delinei sul parquet una sagoma troppo definita – le zone coperte dal tappeto restano più chiare di quelle esposte alla luce, tipo “segno del costume” quando si prende il sole! Periodicamente conviene rimuovere i tappeti così il legno può “respirare”.

Come proteggere il parquet pulizia by vitaincasa.jpg

Sotto la scrivania, se si usa una sedia con le rotelline, serve lo specifico salva-parquet di plastica. Per l’area davanti al caminetto, esistono tappeti protettivi ignifughi.

I feltrini – Ovviamente non ha senso coprire l’intero parquet con tappeti! Basta disporli nelle aree più a rischio, e per il resto assicurarsi di coprire i piedini dei mobili con i feltrini – da controllare periodicamente, perché i feltrini possono staccarsi o appiattirsi nel tempo.

Pulizia – Le pezze antistatiche da parquet sembrano pratiche, ma è meglio l’aspirapolvere: aspira eventuali granelli che, se trascinati dalla pezza, potrebbero rigare la superficie. L’importante è che l’aspirapolvere abbia una spazzola idonea.

Con un buono zerbino e l’aspirapolvere il parquet si sporca meno, ed è un bene, perché non si deve lavare molto spesso – e quando si lava, solo detergente specifico e straccio morbido ben strizzato.

Lavando il pavimento “normale” di una stanza attigua, attenzione a non sconfinare sul parquet con lo straccio imbevuto di detergente non specifico che rovinerebbe il legno.

Qualche segno sul parquet è inevitabile, va accettato come effetto “vissuto” (in casa dobbiamo abitarci, non è un museo!). Questo però non significa lasciarsi andare… Qualche attenzione è fondamentale per mantenerlo in condizioni accettabili.

Annunci

3 pensieri riguardo “Come proteggere il parquet

  1. Il parquet, più che con detergente specifico, andrebbe lavato con acqua e alcol, almeno a me hanno detto così. Infatti gli oli contenuti nei prodotti apposta creano una pellicola che poi non si toglie più e se si vuole riverniciare il parquet non si può più farlo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...