L’importanza dell’idratazione

Idratazione-visoOggi vorrei parlare di idratazione. Ispirata dal caldo, che ci fa sudare tanto, ho riflettuto sull’importanza di reintegrare i liquidi e ho pensato di condividere con voi quello che so al riguardo. Qualcuno pensa che sia sufficiente bere quando si ha sete. Altri hanno difficoltà a bere acqua in quantità, preferendo qualcosa “che abbia sapore”. Infine c’è chi semplicemente non si ricorda di bere… Eppure mantenersi idratati è importante per la salute, e anche (come già visto qui e qui) per la bellezza! Ecco alcune cose da sapere

  1. Come capire se si è disidratati? Quando si avverte la sete, si è già già un po’ disidratati. Sarebbe meglio bere costantemente per evitare di arrivare a questo punto. Un protratto stato di disidratazione può causare mal di testa, prurito, bocca secca, cattiva digestione, stitichezza, mancanza di concentrazione e irritabilità. A livello estetico, se pensiamo che l’invecchiamento cutaneo, o meglio le rughe, sono dovute a perdita di acqua da parte dei tessuti, capiamo quanto l’idratazione sia importante per la nostra pelle.
  2. C’è differenza tra bevanda e bevanda. L‘acqua è la scelta migliore! Ma anche l’acqua non è tutta uguale: in certi Paesi esotici, infatti, potreste trovare acqua minerale ed acqua osmotizzata. L’acqua osmotizzata è in un certo senso “riciclata”: assolutamente sicura e potabile, ma povera o del tutto priva di minerali, che invece sono molto importanti quando si suda tanto, come accade nei paesi caldi, o nella nostra stagione estiva. Quindi controllate che sull’etichetta sia scritto chiaramente “acqua minerale”. Le bibite gassate (come la Coca-Cola) e i succhi di frutta confezionati, a causa dell’elevato contenuto zuccherino, non possono essere bevuti in gran quantità, quindi non possono sostituire l’acqua come fonte di idratazione quotidiana.
  3. Se l’acqua proprio non vi va, potreste provare tè leggeri (deteinati) e tisane aromatizzate alla frutta, senza aggiungere zuccheri. Evitate i tè e le tisane solubili, in genere già dolcificati in partenza. Anche i centrifugati e i frullati di frutta sono delle buone scelte, per alternare un po’: bevuti appena fatti, apportano preziose vitamine, oltre ai liquidi.
  4. Due litri d’acqua al giorno: è questa la quantità media che bisogna assumere, ormai si sente dire dappertutto. Si può bere durante i pasti, ma soprattutto consiglio di bere lontano dai pasti, durante il corso della giornata, specialmente dopo aver fatto sport o altre attività fisiche. Una volta si raccomandavano 8 bicchieri al giorno, ma in realtà non bastano. Portate con voi una mini-bottiglietta d’acqua (come questa) dappertutto – potete infilarla anche nella borsetta – così sarà più facile ricordarsi di bere!
  5. Come capire se si è ben idratati? Semplice: dalla pipì! Se ha il colore di una limonata, è tutto ok; se invece ha il colore del succo di mela… dovete decisamente bere di più!  centrifugati_succhi_verdi

Prima di lasciarvi vi segnalo questo link, in cui si parla di alimenti idratanti. Infatti anche verdura, frutta e altri cibi ricchi di acqua e sali minerali contribuiscono a mantenere la giusta idratazione. Non tarderete a vedere gli effetti benefici!

Photo credits: acqua qui; centrifugati qui.

Annunci

6 pensieri riguardo “L’importanza dell’idratazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...