Cinnamon rolls

Cinnamon rolls by vitaincasa (4)

Vi propongo la ricetta dei cinnamon rolls, golosi dolcetti lievitati. Non sono esattamente natalizi, ma il loro profumo di cannella me li fa associare senza esitazione a questa festa. I dolci lievitati richiedono un po’ di pazienza: bisogna attendere i tempi lenti del lievito di birra. Forse, proprio per questo, sono “terapeutici” in una società che ci vuole sempre di corsa! Non trovate? Quindi prepararne uno potrebbe essere un bel regalo da farsi a Natale, perché il tempo è una cosa molto preziosa…

Prima di passare alla ricetta, vorrei dire giusto due parole sui cinnamon rolls. Derivano dai Kanelbullar, briochine svedesi diventate molto popolari negli Stati Uniti, e da lì diffuse in tutto il mondo – specialmente dopo l’avvento di internet, che contribuisce a diffondere alcune ricette a livello globale!

Quella dei cinnamon rolls è una ricetta lenta, ma non difficile: oso dire che è persino facile, e se lo dico io, che non sono assolutamente un’esperta di lievitati, potete fidarvi! L’unico difetto è che tendono a seccarsi piuttosto rapidamente, perciò se non li consumate il giorno stesso della preparazione, conservateli sotto una campana di vetro. Oppure congelateli (cotti) e all’occorrenza passateli al microonde per un paio di minuti, funzione scongelamento!

Cinnamon rolls by vitaincasa (5)

Ingredienti

  • 615 g di farina
  • 60 g di zucchero
  • 5 g di sale
  • 5 g di lievito secco in polvere
  • 80 g di burro fuso e freddo
  • 1 bicchiere di latte
  • 1 bicchiere di acqua
  • 1 uovo
  • Per la farcitura:
  • 15 g di cannella in polvere
  • 15 g di burro fuso e freddo
  • 70 g di zucchero bianco
  • 20 g di zucchero di canna scuro

Procedimento

  1. Nel cestello della planetaria raccogliere gli ingredienti secchi (farina, zucchero, lievito, sale). In una ciotola a parte unire gli ingredienti liquidi (uovo sbattuto, latte, acqua, burro fuso). Versare i liquidi nel cestello con i solidi. Avviare la planetaria (con il gancio) e lavorare il composto. Quando si stacca dai bordi è pronto. Porlo a lievitare nel forno spento con la luce accesa fino al raddoppio.
  2. Sgonfiare leggermente l’impasto sul piano di lavoro e stenderlo col mattarello in un rettangolo di circa 50×35 cm. Procedere alla farcitura: spennellare la superficie del rettangolo col burro fuso e cospargerla con una miscela di zucchero bianco, zucchero di canna scuro e cannella.
  3. Arrotolare strettamente l’impasto su sé stesso partendo dal lato lungo. Tagliarlo a metà, e poi ciascuna parte ulteriormente a metà. Da ogni cilindro affettare tre rondelle. In tutto ne devono uscire 12. Disporre ciascuna rondella in una teglia di circa 30×20 cm coperta di carta forno. Lasciar lievitare i cinnamon rolls ancora per 30-45 minuti, poi cuocerli in forno preriscaldato a 180° per 30 minuti.

La ricetta dei cinnamon rolls è ispirata dal sito Giallo Zafferano. Rispetto all’originale, ho aggiunto lo zucchero di canna integrale nella farcitura, ho omesso la glassa, e soprattutto ho prolungato i tempi della prima lievitazione: era indicata mezz’ora, ma a me è servito più del doppio per raggiungere una sufficiente lievitazione. Probabilmente dipende dalla temperatura ambiente! Onestamente però mezz’ora mi sembra davvero poco.

P.S. Sabato pubblicherò un post straordinario perché sarà il compleanno del blog! Vi aspetto!

Annunci

48 pensieri riguardo “Cinnamon rolls

  1. Telepatia! Mentre ti leggo sento un profumo di cannella provenire dalla cucina: per aromatizzare l’ambiente ho sul fuoco un pentolino con acqua, chiodi di garofano, bucce di arancia e… cannella a pioggia! Buoni preparativi e a sabato! 🙂

    Piace a 2 people

  2. quanto è vero lucia, il tempo è uno tra i regali più preziosi..
    bella la tua ricetta natalizia..io per una serie di motivi (..) non sono ancora riuscita a trovar, penso l entusiasmo e la voglia, di mettermi ai fornelli per pensare a una ricetta dolce delle feste..vedremo chissà, se alcune cose si mettono “a posto” …
    intanto buona attesa del natale…

    Mi piace

  3. La maggior parte dei lieviti secchi deve essere attivato prima dell’uso, cioè va fatto scogliere in un po’ di liquido e lasciato schiumare. Non so che marca hai usato, ma forse anche questo ha inciso sui tempi. Io non sono perniente esperta, ma mi risulta che il sale debba essere aggiunto a impasto avviato e non venire mai a contatto diretto col lievito. Comumque il risultato mi sembre ottimo!

    Piace a 2 people

    1. Ciao Simona! Uso il lievito “Mastro Fornaio” che non richiede di essere prima sciolto nel liquido. Si aggiunge direttamente alla farina! Una mia amica lo scioglie comunque quando fa la pizza e funziona lo stesso.
      Riguardo al fatto che il lievito non deve mai venire direttamente a contatto col sale, lo so, anche nella macchina del pane il sale va messo in un angolino mentre il lievito al centro, per esempio! 🙂 Anche in questa ricetta, non l’ho specificato, ma chiaramente non ho messo il sale sopra il lievito, ma di lato; tuttavia l’ho messo nel cestello sin da subito, prima di avviare la planetaria.
      Però non ho mai letto che debba essere aggiunto a impasto già avviato… Come dicevo, comunque, non sono un’esperta di lievitati, e di solito mi attengo al procedimento indicato in ciascuna ricetta! 🙂 Stavolta è andata bene, il risultato è stato ottimale, solo le tempistiche appunto sono state un po’ più lunghe del previsto! 🙂

      Piace a 1 persona

          1. Danno soddistazione, ma diventano subito vecchi. Il pasticcere mi aveva consigliato di usare il lievito madre che dovrebbe dare una maggior durata, ma non ho notato tanta differenza. In compenso il lievito è morto in frigo e l’ultima torta di rose ha impiegato un giorno per lievitare.

            Piace a 1 persona

            1. Eheh, a proposito di prolungare i tempi di lievitazione… 🙂
              Il lievito madre non l’ho mai usato! Ne ho sentito parlare molto però.
              Comunque ho constatato anch’io che i lievitati fatti in casa tendano a seccarsi rapidamente, però stavolta questi cinnamon rolls, essendo già “porzionati” li ho congelati facilmente… E passandoli al microonde posso gustarli morbidi morbidi come appena sfornati. Certo questo stratagemma non si può applicare a tutti i tipi di dolce!

              Piace a 1 persona

            2. La differnza sta nel fatto che io ho un forno a microonde di oltre 30 anni che non ha funzioni fi scongelamento, ma in cucina ho anche un forno piccolissimo (di quelli che si prendevano coi punti del Conad); Ci sta dentro poco, ma si scalda molto velocemente.

              Mi piace

  4. Ciao! Molto interessante anche la tua versione e dalle foto il risultato sembra ottimo 👍🏼 ho adorato poi l’introduzione alla ricetta: quando regali un dolce fatto con le tue mani, regali il tuo tempo, una delle cose più preziose che abbiamo…non ci avevo mai pensato. Per quanto riguarda la lievitazione, invece, anche io uso il MastroFornaio che funziona bene aggiunto semplicemente alla farina, ma lavora ancora meglio se lo attivi: versa il contenuto di una bustina in un bicchiere di acqua tiepida (42-44ºC) a cui aggiungi un cucchiaino di zucchero, mescola leggermente e lascia che si formi la schiuma in superficie…ci vorrà qualche minuto…e poi aggiungi questo composto a tutti gli altri ingredienti. Se hai modo, fai una prova e vedrai come l’impasto crescerà morbido ed elastico 😊

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...