Rompere è più facile che costruire, e altri pensieri

Rompere è più facile che costruire by vitaincasa (2)

Finalmente ho visto il nuovo film Piccole Donne! Questa nuova versione (perché esistono anche vecchi film su Piccole Donne!) ha tradotto il messaggio dell’omonimo romanzo in un linguaggio più immediatamente comprensibile per la sensibilità attuale. Leggendo vari commenti, ho notato che molti sottolineano il contenuto femminista del film; io sono stata colpita anche dalla delicatezza con cui viene tratteggiata l’evoluzione del rapporto tra sorelle, un rapporto che deve “aggiornarsi” quando non si vive più sotto lo stesso tetto. Nel collage, Florence Pugh che interpreta Amy (da qui).

Parentesi di gossip! Vi propongo l’argomento Megxit, l’uscita del principe Harry e della moglie Megan Markle dalla Royal Family – pare, su iniziativa della Markle, considerata da alcuni una donna di carattere perché rompe le regoleQui oltre alle regole si rompe una famiglia! Secondo me il carattere si dimostra in altri modi. Quando hai rotto tutto, cosa ti rimane da fare? Rompere è facile, costruire fa la differenza. Dietro c’è davvero la volontà di vivere autonomamente, o si tratta solo di sottrarsi agli impegni derivanti dall’appartenenza alla famiglia reale? Scopriremo nel tempo se questa decisione sarà fruttuosa per la coppia, ritratta nel collage (da qui).

Ho visto il documentario Chiara Unposted, sull’influencer più famosa al mondo. Secondo alcuni questo documentario non aggiunge nulla di nuovo a ciò che era già di dominio pubblico. Per me, che non sono una follower assidua, ha fornito qualche informazione nuova. Penso che, come tutti i personaggi famosi, Chiara Ferragni abbia aspetti positivi e negativi. Tra i positivi: l’innegabile talento con i social, l’aver rivoluzionato la comunicazione della moda rendendola più accessibile, aver dimostrato che si possono raggiungere obbiettivi prima inimmaginabili. Tra i negativi, il mostrare un’immagine sempre più patinata e distante dalla realtà delle follower, la povertà di messaggi edificanti per le giovanissime che la seguono sognanti. Nel collage, Chiara Ferragni all’inizio della carriera (da qui).

Il sito World of the year generator genera una parola-chiave a cui ispirarsi durante l’anno nuovo, può essere un valore, un impegno per migliorarsi, una virtù da coltivare… Sentendo alcuni spot pubblicitari, sembrerebbe che solo le zuppe di verdure e le mutande da uomo abbiano virtù, invece possiamo averle anche noi, eheh! La parola esce in inglese, ma è facilmente traducibile. La mia parola dell’anno è servire: può avere molteplici sfaccettature, ci scherzo su con la foto del collage… una locandina che invita a “servire”… La vostra parola dell’anno qual’è?

14 pensieri riguardo “Rompere è più facile che costruire, e altri pensieri

  1. Ciao Lucia
    Anche a me ha colpito molto l uscita dalla casa reale di harry e meghan.
    Meghan mi è scaduta molto nel tempo…a me fa anche un Po pena harry..Non credo sia stata una scelta facile x lui rinunciare al titolo e a tutto quel che ruota intorno alla regina…va be come dici tu il tempo ci darà ragione o torto…vedremo i prossimi sviluppi….
    Ti auguro un buon lunedì

    Piace a 1 persona

    1. In condizioni diverse, in casi gravi, avrei pensato “è giusto mettere al primo piano la famiglia propria anche a scapito di quella di origine”, ma in questo caso il sospetto che sia solo un capriccio di lei c’è e questa rottura potrebbe, forse, portare molta pubblicità a lei e più che altro danni per lui. Staremo a vedere! Buon lunedì anche a te! 🙂

      "Mi piace"

  2. Andrò contro corrente, ma sono dell’idea che “tra moglie e marito sia meglio non mettere il dito”. Harry è sempre stato il ribelle di casa e chissà mai che lei non si sia trovata proprio nelle stesse situazioni di Lady D e la cosa abbia fatto prendere a lui la decisione. Oppure erano stufi entrambi e hanno colto la palla al balzo e via verso la libertà… Secondo me, da fuori, è difficile sapere cosa sia giusto per una coppia e cosa no. Auguro loro di aver fatto una scelta che li renda felici.
    La mia parola dell’anno è “dream” 😊

    Piace a 1 persona

    1. Sicuramente, sono cose personali, di coppia… Sai, essendo personaggi pubblici è facile farsi coinvolgere da un po’ di gossip… 🙂
      Tuttavia non so fino a che punto Megan possa essere paragonata a Lady Diana… Nel senso che Lady Diana era molto giovane quando si sposò e per quanto preparata, ci posso credere che non sapeva veramente in cosa si stava mettendo. Ma Megan è una donna adulta, che ha visto gente, sa meglio come va il mondo… e anche se fino a quando non ci sei dentro non sai le cose al 100%, immagino abbia avuto tutte le possibilità di farsi un’idea esauriente della situazione che avrebbe trovato. Della serie… Se ti sposi col principe d’Inghilterra, certe cose le metti in conto! Ma come ti ho già detto, è puramente un po’ di gossip…
      Anch’io auguro loro di aver preso una decisione consapevole e ponderata per la loro felicità! 😀

      Piace a 1 persona

    1. Infatti si dice che la prudenza non sia mai troppa! Ma la parola dell’anno per come la
      vedo io è sia una parola a cui ispirarsi che una parola su cui riflettere… Se pensi di essere fin troppo prudente, potrebbe essere l’occasione di pensare un po’ su questo argomento e capire come dosare la prudenza nel modo giusto! 🙂

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...