Un colore da mangiare: viola melanzana

viola-melanzana-by-vitaincasa-1

Dopo la pausa estiva, tornano i disegni dedicati ai colori della naturada mangiare“, e siamo al sesto appuntamento: questa è la volta del viola, indossato a meraviglia dalla melanzana. La melanzana, che sia tonda e panciuta, o sottile ed affusolata, è uno degli ortaggi più belli, secondo me: pur col suo colore elegante ed austero, si mostra generosa. Assorbe a meraviglia i condimenti, impregnandosi di sapore in molti amatissimi piatti classici. Eppure in passato è stata… un’incompresa! 

Un nome imbarazzante!

La melanzana ha un colore elegante, dicevo, ed è protagonista di ricette molto amate: la golosa parmigiana, o l’agrodolce caponata (della quale ho pubblicato la ricetta qui), giusto per fare due esempi. Ma non ha goduto sempre di tale apprezzamento. Sapete come si chiamava la melanzana nei secoli scorsi? Petonciana. O petonciano. Mi astengo dai commenti, e lascio la parola a Pellegrino Artusi, il quale nel suo famoso manuale/ricettario “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene” cerca di tranquillizzare gli animi, e spezza una lancia in favore dei petonciani con questa spiegazione:

Il petonciano (…) non è né ventoso, né indigesto. Si presta molto bene ai contorni ed anche mangiato solo, come piatto d’erbaggi, è tutt’altro che sgradevole…

Petonciani e finocchi, quarant’anni or sono, si vedevano appena sul mercato di Firenze; vi erano tenuti a vile…

Un nome molto imbarazzante, che poteva dar luogo a facili quanto erronee interpretazioni sulle sue proprietà, fu presto sostituito da un altro, melanzana, non molto migliore del primo. Mela… insana! Molti associano questo nome al fatto che la melanzana, cruda, non è commestibile. E’ vero, la melanzana si mangia solo cotta, ma il nome risulta comunque immeritatamente denigrante“…

La riscossa della melanzana!

La redenzione della melanzana è passata da due canali principali: il primo sicuramente è stato la cucina. Il secondo l’introduzione del melanzana come colore, ad opera della ditta produttrice di colori Crayola, nel 1998. Fu proprio in quegli anni, in base ai miei ricordi, che il color melanzana iniziò ad avere molto successo nel campo della moda, un successo che, ad anni alterni, non è mai veramente finito.


La tavolozza dei colori da mangiare
giallo chiaro limone by vitaincasa piselli (1) (1) rosa-pesca-by-vitaincasa lamponi fuxia Rosso pomodoro viola-melanzana-by-vitaincasa-1

Annunci

9 pensieri riguardo “Un colore da mangiare: viola melanzana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...