Stendere i panni in inverno, alcuni consigli

Stendere i panni in inverno vitaincasa

D’estate, col sole e col caldo, è facile: stendi la biancheria all’aperto e la ritiri in poco tempo asciutta e profumata! D’inverno – ma vale anche in autunno – quando il tempo peggiora e le temperature si abbassano, la situazione si complica. Intanto si tende a stendere all’interno della casa, col rischio di provocare muffa sulle pareti. E poi i panni faticano ad asciugarsi, sembrano appesantiti, meno soffici, minacciano di rimanere con un poco gradevole odorino di umido… Condivido con voi qualche piccolo consiglio, sperando possa esservi utile se non avete l’asciugatrice.

Quando si può, stendere comunque all’aperto

Ogni qualvolta capita di vedere un raggio di sole, conviene approfittare per stendere all’aperto: anche se con le temperature più basse i tempi di asciugatura non saranno rapidi come d’estate, si avrà comunque un bel vantaggio dato dall’aria aperta. Si può stendere all’aperto più a cuor leggero se si dispone di una veranda coperta, cosicché, in caso di piogge improvvise, la biancheria risulta comunque protetta – salvo temporali con pioggia mista a vento, per quelli potrebbe non bastare una veranda. Se non si ha una veranda, invece, conviene guardare prima le previsioni meteo, soprattutto se non si starà in casa tutto il giorno pronti a intervenire se inizia a piovere!

Quando si stende all’aperto in inverno, meglio utilizzare, possibilmente, gli stendini mobili, anziché i fili fissi. Si fa così presto a spostare uno stendino all’interno, con tutta la sua biancheria appesa! Tutt’altra storia dover “spiccare” i singoli pezzi dal filo, magari con la pioggia che già ti ticchetta in testa, metterli nella cesta ancora umidi, e doverli ri-stendere altrove! Lo stendino mobile è pratico non solo per le piogge improvvise, ma in ogni caso la sera, quando, se i panni non sono ancora asciutti, conviene portare lo stendino in casa (di notte l’umidità esterna aumenta, le temperature scendono, in pieno inverno anche sotto zero, e si rischia di danneggiare la biancheria, oltre che di rallentarne troppo l’asciugatura).

Stendere i panni in inverno alcuni consigli by vitaincasa (1)

Centrifugare al massimo e stendere a file alternate

Quando non si può stendere all’aperto, occorre ottimizzare l’asciugatura all’interno; innanzitutto impostando la centrifuga al massimo consentito dalla propria lavatrice, es. 1000, 1200 giri; oppure, se è un modello poco potente, fare una doppia centrifuga. Da evitare se ci sono camicie che possono sgualcirsi, ma i capi più spessi beneficiano di una buona centrifugata: perdono più acqua, e si asciugano più rapidamente.

Quando si stende, poi, l’ideale sarebbe appendere la biancheria su una fila sì e una no. Se ci sono molte cose da stendere, l’alternativa è appendere la biancheria su ogni fila, ma alternando capi lunghi su una (es. asciugamani) e capi corti sulla successiva (es. calzini). Lo scopo è favorire la circolazione dell’aria tra la biancheria. Infine i capi più pesanti (es. accappatoi) vanno tendenzialmente sulle file esterne, mentre in quelle interne vanno i capi ad asciugatura più facile (es. magliette sportive).

Avrei qualche altra “dritta” sull’argomento, ma magari ne parlerò in un altro post…! Per oggi mi fermo qui. E voi, utilizzate già qualcuna delle accortezze che ho indicato?


The images I used for my collages are free from pixabay.com

22 pensieri riguardo “Stendere i panni in inverno, alcuni consigli

  1. Io, avendo la lavatrice in cantina, stendo i panni sui fili che ci sono in cantina (il balcone lo utilizzo molto di più in estate perché non ha coperture e i panni mi si bagnerebbero subito alla prima pioggia). Se ci mettiamo il fatto che, abitando in un condominio, bisogna sempre stare non attenti, di più, che i panni non sgocciolino sui balconi sottostanti altrimenti partono subito le lamentele (su questo fatto sto sempre attentissima che non succeda) anche d’inverno, dopo il lavaggio e relativa centrifuga li appendo sui fil che ho in cantina.

    Piace a 1 persona

      1. Ti dirò: d’estate nel giro di qualche ora i panni sono asciutti e pronti per essere stirati mentre d’inverno ci mettono un po’ di più ad asciugarsi ma tutto sommato sì, i panni, alla fine, si asciugano bene, 🙂.

        "Mi piace"

  2. Grazie dei consigli. Da me ci sono due stendini, uno è di quelli alti, verticali. Lo adopero soprattutto quando ci sono le lenzuola eo gli asciugamani. Ottimo consiglio aumentare i giri o la doppia centrifuga della lavatrice, pantaloni quasi asciutti! Provare per credere! Il mio appartamento ha delle comode terrazze o in alternativa (quando il tempo è incerto) permette un buon giro d’aria nord/sud e quindi finestre apertissime e via con l’asciugatura! Buon weekend 👋👋

    Piace a 1 persona

      1. Da noi ci fa visita ogni tanto la Bora che, se non scura (indice di cattivo tempo) è una buona alternativa all’asciugatrice! 😀Mi sono dimenticata prima di scrivere … ma quanto è bello sentire il profumo dell’aria quando ritiriamo i panni!?!?🥰😍😘👋👋

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...