Vellutata di zucca e carote

Vellutata di zucca e carote

Ho preparato per la prima volta la vellutata di zucca e carote a fine settembre. Ero appena rientrata da una vacanza in montagna durante la quale, in hotel, avevo gustato ottime creme e passati di verdura. Se durante il giorno faceva ancora caldo, di sera le temperature si abbassavano, rendendo invitante, a cena, un bel piatto fumante. Rientrata a casa, ho subito voluto rivivere quella sensazione! La prima ricetta su questo genere che ho sperimentato è proprio quella di oggi. 

Però ho aspettato a proporla sul blog, perché mi sembrava troppo presto, allora, per tirare in ballo la zucca! Ora ci siamo: è il momento giusto per inaugurare quella che molte food blogger chiamano “la stagione delle zucche“. Ed è con piacere che condivido con voi questa ricetta che per me è stata una bellissima, anzi, buonissima scoperta.

Anche se le foto non sono eccellenti, spero mostrino chiaramente la consistenza densa che rende questa vellutata accogliente, ideale per iniziare una bella cena in famiglia, specialmente dopo una giornata caotica. Tra l’altro qualcuno sostiene che piatti così siano un valido stratagemma per rendere appetibili le verdure ai bambini e a chiunque faccia fatica a mangiarne a sufficienza.

Dopo questi preamboli, passiamo alla ricetta della vellutata di zucca e carote, che ha un sapore delizioso e si cucina senza olio né altri grassi aggiunti.

Vellutata di zucca e carote

Ingredienti per 2 persone

  • 3oo g di zucca pulita
  • 150 g di carote pelate
  • 100 g di patata pulita
  • 1 cipolla piccola o 1/2 grande
  • 1 cucchiaino di brodo granulare
  • 1 cucchiaio di passata di pomodoro
  • la punta di un cucchiaino di aglio secco in polvere
  • sale q.b.
  • rosmarino q.b.
  • 1 grattugiata di noce moscata
  • acqua bollente q.b.

Procedimento

  1. Tagliare a pezzettoni la zucca, le carote, la patata e la cipolla. Mettere tutto in una casseruola, versare acqua bollente quanto basta a non coprire completamente le verdure. Aggiungere il dado granulare, la passata di pomodoro, l’aglio in polvere e salare con moderazione. Coprire e riportare a bollore.
  2. Cuocere finché le verdure non iniziano a sfaldarsi, occorreranno circa 20 minuti, ma dipende dalle dimensioni dei pezzettoni. A metà cottura aggiungere un pizzico di aghi di rosmarino e la noce moscata.
  3. Quando le verdure saranno cotte, frullarle col frullatore a immersione fino ad ottenere una crema omogenea e liscia. Assaggiare ed eventualmente aggiustare di sale. Servire la vellutata di zucca e carote ben calda.

Qualche consiglio

  • La densità della vellutata dipende in parte dalla qualità di zucca utilizzata per la ricetta, ma soprattutto dalla quantità di acqua aggiunta per la cottura: a questo proposito, al momento di versare l’acqua nella casseruola, nel dubbio è meglio metterne di meno che di più. Se la vellutata risultasse troppo densa, si farà sempre in tempo a diluirla con un goccio di brodo.
  • Di solito le vellutate “chiamano” l’ormai leggendario filo d’olio a crudo e l’amatissima spolverata di formaggio grattugiato: questa però, secondo me, è perfetta al naturale. Al massimo guarnitela con pochi aghi di rosmarino.

La ricetta della vellutata di zucca e carote è liberamente ispirata dal blog Kitchen sweet kitchen.

Annunci

55 pensieri riguardo “Vellutata di zucca e carote

          1. tutto completo non me lo ricordo, ma ho intenzione di prendere pasta alla boscaiola e filetto di merluzzo gratinato. Tra i piatti freddi ci sono le insalatone, tra i primi piatti (se ben ricordo) minestrone e risotto con ragù; i secondi non me li ricordo; tra i contorni di sicuro c’è la bieta all’agro.

            Liked by 1 persona

            1. Io le ho mangiate in un piatto calabrese dove non si riconosceva per niente che fossero frattaglie, ma anche se me lo avessero detto, lo avrei mangiato comunque perché aveva un buon odore XD però ci sono cose che in assoluto non mi piacciono >.>

              Liked by 1 persona

            2. A me il fegato piace tantissimo! In un piatto che forse ho anche messo sul blog che si prepara mischiandolo con pezzi di carne magra, patate fritte e peperoni sott’aceto… Mamma ma!
              A me non piace solo il polmone, mi pare anche il cuore… E la trippa cotta strana!

              Liked by 1 persona

      1. Mi fa piacere! Io per ora le ho usate per vellutata, al vapore con limone e mandorle tostate e fate tipo purè con yogurt greco, menta e accompagnate da patate con sesamo e curcuma. Prova e raccontami! Cerco sempre ispirazione e nuovi pareri!

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...