Torta margherita

Torta margherita ricetta originale

Quanto è famosa la torta margherita? Eppure tanti credono di conoscerla, ma hanno le idee confuse! Si tende a chiamare qualsiasi torta semplice “torta margherita“, ma non è così. Pur nella sua essenzialità la torta margherita ha delle caratteristiche ben definite!

Non pretendo di aver trovato la ricetta originale della torta margherita, anche perché essendo un dolce popolare, diffusissimo, ognuno ha sempre avuto una sua variante, di famiglia in famiglia. Ma ci sono alcuni punti fermi. La torta margherita è sostanzialmente un pan di spagna con aggiunta di burro. Gli ingredienti sono solo uova, zucchero, farina, fecola di patate, burro. Sostituendoli, o aggiungendo latte, si ottiene una torta diversa!

Si dice che la torta margherita si chiami così perché, una volta tagliata, i suoi spicchi, bianchi di zucchero a velo, ricordano i petali di una margherita! Di certo è delicata come un fiore, soprattutto se mangiata subito. I giorni successivi è ancora ottima, ma cambia consistenza: non più così scioglievole, si mantiene comunque friabile e morbida, grazie alla presenza della fecola e della consistente quantità di burro

Torta margherita ricetta originale

Ecco la ricetta della torta margherita, tesoro della pasticceria italiana tradizionale:

Ingredienti

  • 4 uova a temperatura ambiente
  • 150 g di zucchero
  • 100 g di farina
  • 100 g di fecola
  • 200 g di burro
  • 1 bustina di lievito vanigliato
  • scorza grattugiata di 1/2 limone non trattato oppure semini di 1/2 bacca di vaniglia
  • zucchero a velo

Procedimento

  1. Fondere il burro in un pentolino e lasciarlo raffreddare. Montare le uova incorporando gradatamente lo zucchero finché il composto non sarà bianco e spumoso (10 minuti con le fruste elettriche).
  2. Con un cucchiaio di legno incorporare poco alla volta farine e lievito setacciati, con movimenti dal basso verso l’alto, per non smontare il composto. Versare un paio di cucchiaiate di impasto nel pentolino del burro, mescolando bene. Versare questo mix poco a poco nella ciotola dell’impasto e incorporarlo, sempre con movimenti dal basso verso l’alto – il composto deve mantenersi bello spumoso fino alla fine. Aggiungere l’aroma scelto.
  3. Versare il tutto in una tortiera a cerchio apribile foderata di carta forno. Cuocere in forno preriscaldato a 170°C per circa 40 minuti (fare la prova stecchino). Al termine, lasciare nel forno spento e socchiuso per qualche minuto. Sfornare, sformare e lasciar raffreddare, meglio se su una gratella. Cospargere di zucchero a velo.

3 consigli per l’ottima riuscita della torta margherita:

  • Le uova devono essere montate benissimo e bisogna fare attenzione a non smontarle quando si incorporano gli altri ingredienti.
  • Un impasto così va “rispettato” con una temperatura leggermente più bassa dei canonici 180° utilizzati solitamente per i dolci da forno. Così la torta cresce in modo uniforme – senza gonfiarsi nè afflosciarsi al centro.
  • Talvolta si sente un po’ il sapore pungente del lievito; a me non da fastidio, ma se vi disturba provate a diminuirne leggermente la dose (3/4 di bustina) e usate sempre un aroma. D’altra parte non esagerate con la quantità di aroma, perché su una torta così delicata stuccherebbe.

La ricetta della torta margherita è ispirata da “I menu di Benedetta”, di Benedetta Parodi, Milano, Rizzoli, 2011.

Annunci

17 pensieri riguardo “Torta margherita

    1. Quando vedo che una cosa viene bene, non cambio la ricetta. Anche in questo caso, avendo avuto il risultato desiderato con una bustina intera, non ho mai provato a dimezzare la dose. Però per lo stesso discorso che fai tu, e per il fatto che comunque il grosso del “lavoro” lo fanno le uova montate, sono sicura che verrebbe bene con un pizzico di lievito in meno! 🙂

      Mi piace

        1. Io non lo noto invece.. Ho aggiunto quella nota perché mi è stato fatto osservare. 🙂 Comunque si sente solo appena fatta, dopo un po’ di riposo si attenua fino a non sentirsi più. So che molti non mettono affatto il lievito. Come viene?

          Liked by 1 persona

    1. Talvolta le cose semplici le diamo per scontate, e poi scopriamo che non sempre semplicità è sinonimo di facilità! La prossima volta che la fai se provi la mia ricetta fammi sapere se ti da un risultato abbastanza… soffice! 🙂

      Liked by 1 persona

  1. Io adoro la torta margherita! Quando ero piccolina al mio paese era una torta che andava parecchio di moda, quindi in tutti i compleanni, accanto alla canonica da compleanno, c’era sempre una fettina di questa! Alcune mamme erano davvero bravissime a farle, infatti mi facevo invitare sempre in casa loro quando sapevo che c’era quella torta!!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...